Per questo mi chiamo Giovanni, di L. Garlando


Mi è bastato un giorno per leggere questo libro che stazionava per casa in attesa di essere consegnato ai ragazzi della scuola nella quale stiamo realizzando la biblioteca itinerante. Il libro è stato acquistato proprio su suggerimento degli insegnanti della scuola. E’ la storia di Giovanni Falcone, del suo impegno per sconfiggere la mafia, delle sue vittorie, delle sue sconfitte e della sua tragica morte. E’ un libro scritto per i ragazzi, semplice, chiaro e veloce da leggere. Ma è servito moltissimo anche a me (che ragazza non sono più) per capire tutto quello che all’epoca dei fatti ero troppo immatura per comprendere e oggi troppo disinformata per sapere. Credo che tutti dovremmo leggerlo.

Ma cosa c’entra con l’adozione? Direte voi. Apparentemente niente.
E’ un libro che parla della capacità di guardare in faccia alla realtà con onestà e coraggio, e di fare il possibile per portare un cambiamento dove c’è ingiustizia e sofferenza.
E’ un libro che parla di scelte impegnative e difficili.
Parla di storia. Di una storia che fa parte del passato, ma che non possiamo dimenticare, perchè è il nostro passato. Un passato ancora molto presente.
Parla di quello che succede oggi nelle scuole, dove non tutti si sentono accolti e dove spesso affrontare la verità è troppo difficile.

Realtà. Sofferenza. Onestà. Coraggio. Lotta. Scelta. Cambiamento. Accoglienza. Storia. Passato. Verità.
Non vi sembra di averle già sentite queste parole nella vostra vita di genitori adottivi?

E allora ecco perchè nella biblioteca dei Petali dal Mondo c’è anche questo libro!