Protocollo d’intesa MIUR-CARE 2


foto di Alessandra Vecchi

foto di Alessandra Vecchi

Il 26 marzo 2013 è stato firmato il protocollo d’intesa tra il Ministero dell’istruzione e della ricerca e il Coordinamento delle Associazioni familiari adottive e affidatarie.

Sul sito del CARE si può trovare il testo completo.

http://www.coordinamentocare.org/public/index.php/miur/172-protocollo-miur-care.html


2 commenti su “Protocollo d’intesa MIUR-CARE

  • Elvira

    Cari amici di Petali e chiunque legge,
    invito a prendere nota degli ultimi sviluppi che sono illustrati sul sito CARE.
    C’è uno sportello virtuale da poter contattare se serve aiuto per quanto riguarda inserimenti, deroghe, ecc., il CARE ha depositato presso il MIUR un dossier (scaricabile dal sito) che è allo studio da parte di un panel di esperti (ne fanno parte Marco Chistolini, Cinzia Fabrocini e Livia Botta) per la stesura di linee guida e normative nazionali.
    Speriamo di arrivare presto alla definizione di prassi condivise a livello nazionale!
    Iscrivetevi alla newsletter per restare sempre aggiornati, e non solo rispetto alla scuola.
    Un carissimo saluto ai Petali e complimenti per l’iniziativa “Ambulatorio Pediatrico” :-). Ne avevamo bisogno in provincia.

  • Elvira

    Cari amici di Petali e chiunque legge,
    invito a prendere nota degli ultimi sviluppi che sono illustrati sul sito CARE.
    C’è uno sportello virtuale da poter contattare se serve aiuto per quanto riguarda inserimenti, deroghe, ecc., il CARE ha depositato presso il MIUR un dossier (scaricabile dal sito) che è allo studio da parte di un panel di esperti (ne fanno parte Marco Chistolini, Cinzia Fabrocini e Livia Botta) per la stesura di linee guida e normative nazionali.
    Speriamo di arrivare presto alla definizione di prassi condivise a livello nazionale!
    Iscrivetevi alla newsletter per restare sempre aggiornati, e non solo rispetto alla scuola… CARE è attivo a 360°.
    Un carissimo saluto ai Petali e complimenti per l’iniziativa “Ambulatorio Pediatrico” :-). Ne avevamo bisogno in provincia.

I commenti sono chiusi.